Piccolo prestito INPS (ed ex-INPDAP)

0
Piccolo prestito INPS (ed ex-INPDAP)

Piccolo prestito per pensionati e dipendenti

I dipendenti pubblici e statali e pensionati INPS o ex INPDAP iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali possono accedere ad un fondo per ricevere piccoli finanziamenti per le loro esigenze.

Questi piccoli prestiti INPS possono essere richiesti senza motivazione ed il rimborso avviene tramite rata fissa trattenuta direttamente dalla pensione.

A chi è rivolto

Per ricevere questo prestito è obbligatoriamente necessario essere iscritti al Fondo Credito, sia per i dipendenti che per i pensionati.

Quanto si può richiedere

L’importo richiedibile è agganciato direttamente all’importo del proprio stipendio o della propria pensione. Si può richiedere fino al totale di 4 mensilità restituibili da 12 a 48 mesi.

Se non si hanno ulteriori trattenute in busta allora l’importo finanziabile può salire sino al doppio della propria mensilità.

E’ importante ricordare che i pensionati hanno un vincolo particolare, ovvero quello che la rata mensile non può superare 1/5 della propria pensione netta.

Piccolo prestito per dipendenti a tempo determinato

Anche i dipendenti a tempo determinato possono accedere a questa tipologia di finanziamento, a patto che la durata del finanziamento non ecceda il limite del loro contratto. Ad esempio un dipendente assunto con un contratto di 2 anni potrà sottoscrivere un finanziamento restituibile al massimo in 24 mesi.

Rinnovo del piccolo prestito

Come per la cessione del quinto, anche il piccolo prestito può essere rinnovato prima della scadena del piano di ammortamento, l’importante è che sia trascorso un determinato periodo:

  • 6 mesi per i prestiti annuali;
  • 12 mesi per i prestiti biennali;
  • 18 mesi per i prestiti triennali;
  • 24 mesi per i prestiti quadriennali.

Come per la cessione del quinto, l’INPS procederà all’estinzione del prestito in corso per poi riaprirne uno nuovo.

I tassi di interesse per i piccoli prestiti INPDAP

Bisogna ricordare che sono stati fissati un tasso d’interesse, un premio fondo rischi ed un’aliquota per spese di amministrazione che vengono applicati al finanziamento, si tratta in dettaglio:

4,25 di tasso di interesse;

0,50% aliquota per spese di amministrazione;

premio fondo rischi variabile a seconda della fascia d’età.

Come richiedere il piccolo prestito INPS

Dipendenti pubblici e pensionati hanno modalità diverse di richiesta di questo piccolo prestito. Per quanto riguarda i dipendenti dovranno fare richiesta con un modulo particolare alla loro amministrazione.

Per i pensionati è necessario contattare sia telematicamente che telefonicamente l’ente pensionistico. Per tutti i dettagli visitate il sito INPS per avere le informazioni necessarie: piccoli prestiti INPDAP