Prestito veloce

Un prestito solitamente è una forma di credito che ci serve per realizzare progetti nell’immediato (come ad esempio l’acquisto di un’auto oppure la ristrutturazione della propria casa), quindi con tempi stretti. Purtroppo non sempre si riesce ad ottenere un finanziamento in pochi giorni, ma esiste sempre la soluzione del prestito personale per questa tipologia di evenienza.

Finanziamento in tempi brevi

Richiedi ora un preventivo di Prestito Veloce <<

Il prestito personale è per antonomasia considerato il “prestito veloce”, ovvero quella forma di finanziamento che permette di ottenere i soldi sul proprio conto nel minor tempo possibile. Infatti una cessione del quinto ha bisogno di maggiori verifiche e passaggi e si può impiegare un tempo molto maggiore per arrivare al termine della pratica.

Entrambi hanno in comune il fatto di essere finanziamenti senza giustificativo, ovvero potrete contrarre il prestito senza doverne giustificare l’uso. Ma le somiglianze finiscono qui.

Le differenze sono parecchie e quelle che andremo ora ad elencarvi segnano la netta differenza soprattutto in termini di tempi per l’erogazione del denaro.

La parte documentale

Molto diversa infatti è la mole di documenti da presentare per il prestito personale o per la cessione.

Mentre per il primo tipo di finanziamento bastano i documenti d’identità e le ultime attestazioni di reddito, per il secondo sono necessari oltre a questi anche alcuni documenti in origine non in possesso del cliente, come nel caso dei pensionati della quota cedibile e per i dipendenti privati del certificato di stipendio prima (il “foglio” ufficiale che certifica il vostro reddito ed eventuali trattenute) e l’atto di benestare in seguito per poter concedere l’erogazione del finanziamento. Questi documenti devono essere richiesti, elaborati ed inviati alla finanziaria per i dovuti controlli.

Quali sono i tempi di approvazione per un prestito personale?

Non ci sono chiaramente certezze a riguardo dei tempi di erogazione di un prestito personale, molto dipende infatti dalla propria situazione economico-lavorativa.

Possiamo però affermare che in una situazione ottimale per l’approvazione di un prestito personale i tempi possono addirittura accorciarsi sino a 2-3 giorni lavorativi per l’erogazione del finanziamento fino a 30.000 euro.

Quando i tempi di erogazione di un prestito si allungano

Ma la situazione ottimale non è sempre possibile averla.

Uno dei casi più frequenti di allungamento dei tempi è quella che riguarda la situazione lavorativa. Chi ad esempio non ha un’elevata anzianità lavorativa (oppure per i lavoratori autonomi una continuità di dichiarazione dei redditi) avrà probabilmente necessità di un garante come seconda firma. Questo comporta la presentazione alla finanziaria dei documenti personali e lavorativi del garante. Una volta portati questi documenti dovranno essere analizzati dall’ufficio competente per poter procedere poi con l’approvazione.

Richiedere un garante significa portare alla finanziaria una seconda persona (può essere un parente ma anche semplicemente un amico, non ha importanza) che ha invece tutti i requisiti in regola per ottenere un prestito. Il finanziamento verrà approvato a vostro nome, voi pagherete le rate di rimborso, ma non sottovalutate assolutamente le responsabilità di questa figura!
Infatti se per qualsiasi motivo non riuscirete più ad estinguere il prestito, sarà proprio il garante a dover intervenire per coprire eventuali “buchi” lasciati dal cliente nel periodo di rimborso. Il non ottemperare a questi doveri avrebbe per il garante degli strascichi molto pesanti, come la segnalazione come cattivo pagatore e quindi subentrerebbe anche per lui l’impossibilità a richiedere un prestito in futuro.

Richiedi ora un preventivo di Prestito Personale Veloce <<

Lo stop di 30 giorni

Non tutti lo sanno, ma quando procediamo al caricamento della pratica presso la finanziaria, se la nostra richiesta riceve un esito negativo non potremo richiedere un ulteriore finanziamento per ben 30 giorni!

Chiaramente la pratica prima di essere caricata deve essere analizzata da un consulente della finanziaria che darà già un parere di massima sulla fattibilità.
Infatti le varie finanziarie effettuano un controllo durante il caricamento della pratica che verificherà se avete già ulteriori richieste pendenti con altri istituti di credito e questo potrebbe causare notevoli rallentamenti se non addirittura blocchi.

Quando i tempi si riducono

Per fortuna esistono anche dei casi positivi.
Quando avete già richiesto un finanziamento con la stessa banca o finanziaria e lo avete restituito correttamente nei tempi acquisirete un punteggio ottimale nello score dell’istituto di credito, il che permetterà di velocizzare la pratica in quanto già censiti positivamente nei loro archivi.

Un punteggio ottimale davanti agli occhi della finanziaria si ottiene nei seguenti modi:
si hanno già contratto dei finanziamenti in passato ed il rimborso è avvenuto puntualmente e senza intoppi;
si ha una situazione lavorativa continuativa nel tempo, con un’anzianità lavorativa pari ad almeno 2 anni;
non si hanno attualmente altri impegni troppo gravosi (ulteriori prestiti) che riducono notevolmente la disponibilità economica in rapporto al proprio stipendio.

Il prestito personale in un giorno

Quando siete già censiti positivamente dalla finanziaria è possibile che un finanziamento venga approvato anche in una singola giornata lavorativa e che si possa procedere all’erogazione del finanziamento sul vostro conto già nella giornata successiva.

Questo è anche il caso ad esempio dei prestiti finalizzati all’acquisto di un bene (come ad esempio di un’automobile), dove gli incaricati del negozio caricano via telematica i vostri documenti e nel giro di poche ore si può già avere una risposta e ritirare il bene anche il giorno successivo.

Il prestito veloce con firma digitale

Una rivoluzione che sta avvenendo lentamente (ma che sta cominciando a prendere piede) è quella del prestito con firma digitale. Grazie a particolari strumenti (già in vendita online e a prezzi limitati, fate una generica ricerca su Google per avere maggiori dettagli) come un lettore di smart card oppure una chiavetta USB potrete firmare digitalmente i vostri documenti che assumeranno così valore legale come se li aveste firmati con l’inchiostro davanti ad un incaricato! In questo modo possono ridursi notevolmente i tempi di recupero dei documenti. Immaginatevi infatti di non dover più recarsi in ufficio per firmare ogni singolo documento (oppure di aspettarne la ricezione per posta), quando sarà possibile scambiarsi il tutto per email e finalmente con valore di ufficialità. Un bel risparmio in termini di tempi e di costi.